Pistoia: resoconto della conferenza-assemblea dell'ARS

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. Francesco Picozzi ha detto:

    Che bell’articolo! Complimenti all’Autrice e all’Associazione che, meritoriamente, si occupa del tema della sovranità.

  2. stefanodandrea ha detto:

    Caro Francesco, grazie. Dacci una mano. Unisciti a noi. Creiamo una rete nazionale di sovranisti. Ri-diventiamo cittadini. Cominciamo a militare.
    Ti aspettiamo.

  3. lino parise ha detto:

    Ho lavorato in Svizzera; la prima forma di Sovranità che ho imparato a conoscere, è quella derivante dalla nascita , in quanto essere umano nato libero e perciò, per diritto naturale, Sovrano di se’ stesso. Una piccola considerazione di fondo: invece di voler depurare la “fogna attuale” d’Italia, perchè non abbeverarci alla limpida fonte sorgiva della Sovranità Popolare Elvetica? Depurare una cloaca, si sa, non è cosa ne’semplice, ne’ veloce, ne’ breve! Che ne dite?

  4. stefanodandrea ha detto:

    Condivido che si deve essere sovrani di sé stessi, fermo che si vive in comunità.
    Non mi è chiaro, tuttavia, cosa significhi abbeverarsi alla limpida fonte sorgiva della sovranità di un altro popolo. Abbiamo molte nostre tradizionali discipline giuridiche da reintrodurre. Quella che chiami cloaca è stata distrutta in venticinque anni. Intanto vogliamo recuperare alcuni cardini della vita collettiva che avevamo. Poi – ma soltanto dopo – analizzeremo taluni limiti o difetti che abbiamo. Ma limiti e difetti si superano in decenni o secoli. Per ora ci abbeveriamo alla Costituzione e alla mmigliore attuazione che essa ha avuto per oltre quaranta anni.

    • lino parise ha detto:

      Non sono certo un letterato; difficile per me tradurre in breve le esperienze di una vita intera, vissuta con lo spirito dello studente, viste le mie carenze cognitive di fondo, “mancanza della possibilità di studiare”. Non dimentico che gli Svizzeri hanno, quasi certamente, imparato dall’Italia, prime esperienze dei Comuni credo attorno al 1050 o giù di lì, la grande differenza, a mio avviso è che Loro hanno avute classi elitarie di tutto rispetto, Noi abbiamo smarrita la giusta strada dello Umanesimo, nei meandri del feudalesimo. Loro dopo molte vicissitudini interne, per lo più diatribe tra protestanti e cattolici,hanno tradotta in pratica stupenda la SOVRANITA’ POPOLARE ! Noi, quante? 360.000 leggi ca. Perchè questo nazionalismo? Mi sento prima di tutto, un essere Umano, poi abitante del globo terraqueo, poi Italiano. tutto quì. ciao a presto lino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: